Formulario Social Media

Mail destinatario*:
*
Mittente*:
*
Il suo messaggio*:
*

La cameretta a prova di bambino

I primi pannolini, i primi compiti a casa, la prima volta che... Fra tutte le stanze di casa la cameretta è quella che lascia il segno più profondo nella nostra infanzia. Poiché tenerla sempre sotto controllo è impossibile e con il passare del tempo mamma e papà diventano ospiti indesiderati, la sicurezza in questo ambiente è fondamentale. Ecco alcuni consigli sull’argomento.

Navigare sì, ma con moderazione

Vietare internet ai figli? Non solo avrebbe poco senso, ma sarebbe letteralmente impossibile. Quello che però i genitori possono fare è insegnare loro a usare i media con consapevolezza e criterio ed eventualmente dotare il router di un filtro famiglia in grado di limitare anche il tempo di navigazione per ciascun dispositivo. Per maggiori informazioni visiti i portali dedicati al tema, per esempio giovani e media.

Il fissaggio che salva

I genitori apprezzano armadi e cassettiere perché creano ordine. I bambini, invece, li adorano perché sono l’oggetto ideale su cui arrampicarsi. Ecco perché è bene fissare sempre i mobili alla parete per evitare che si ribaltino.

Un fasciatoio stabile

Le cadute dai fasciatoi sono la causa più frequente di infortunio nei neonati. Ecco perché questo oggetto dovrebbe essere stabile e disporre di tre bordi rialzati e di angoli arrotondati. E anche se i bordi rialzati sono già un ottimo aiuto, la regola d’oro rimane quella di non lasciare mai il neonato sul fasciatoio senza la supervisione di un adulto, neanche per andare a prendere un body pulito dall’armadio.

Sì ai marchi di qualità

Sul mercato sono ancora presenti mobili i cui colori, vernici o pannelli truciolari contengono formaldeide, una pericolosa sostanza cancerogena in grado di pro- vocare anche emicranie, disturbi respiratori e asma. I mobili per bambini esenti da sostanze nocive sono contraddistinti da marchi di qualità come la certificazione Angelo blu o il simbolo «GS», acronimo di «geprüfte Sicherheit», in italiano «sicurezza verificata».

Occhio alla presa

Per i bambini i fori delle prese elettriche rappresentano un richiamo irresistibile. Ma naturalmente l’impulso di scoprire che cosa si nasconda nei piccoli buchi può essere letale, per cui è fondamentale ricordarsi di metterle in sicurezza con gli appositi copri prese.

Maniglie intelligenti

Sempre più spesso i media riportano notizie di bambini che volano giù dalla finestra. I tragici incidenti domestici seguono quasi sempre lo stesso copione: nella maggior parte dei casi, infatti, il piccolo casca quando nella stanza non c’è un genitore a sorvegliarlo. Per questo motivo è fondamentale che finestre e porte finestre siano dotate di maniglie a prova di bambino o eventualmente di blocca finestre.

Viva il parapetto

I bimbi non sono in grado di valutare i rischi di una caduta. Ecco perché gli esperti sconsigliano i letti a castello per i bambini al di sotto dei sette anni. In ogni caso il letto dovrebbe essere dotato di un parapetto sufficientemente alto ed essere saldamente assicurato alla struttura di base. Lo stesso vale per la scaletta, che deve essere stabile e fissata al letto. Tenga anche presente che molto spesso i bambini cadono dal letto a castello quando giocano e non durante il sonno.

Sacco nanna anziché coperte

Se il bebè è avvolto da cuscini o coperte troppo pesanti rischia di soffocare. Molto meglio farlo dormire in un pratico sacco nanna. I cuscini in questa fase della vita non sono ancora necessari.

Oggetti piccoli solo ai grandi

Biglie, forcine, pezzi di lego … Quando, dai cinque mesi in su, il bebè comincia a gattonare alla scoperta del mondo, nella sua bocca può andare a finire di tutto. Ecco perché bisogna assolutamente evitare di lasciare in giro oggetti troppo piccoli: il bambino potrebbe ingoiarli e soffocare. Occorre prestare attenzione soprattutto quando la cameretta viene condivisa con fratelli o sorelle di età diverse. Le biglie del più grande potrebbero rivelarsi fatali per il piccolo di casa.

Dal sito del centro svizzero di competenza e coordinazione per la prevenzione di infortuni «upi» (www.bfu.ch) può scaricare l’utilissima «Lista di controllo per la sicurezza in casa».


Il nostro sito web utilizza cookie per facilitare la ricerca di contenuti agli utenti. Continuando a navigare sul nostro sito, accetta automaticamente l’impiego di cookie.

Ulteriori informazioni