Formulario Social Media
Mail destinatario*:
*
Mittente*:
*
Il suo messaggio*:
*

Forum CEO – Ponga le sue domande e partecipi alla discussione

Ha domande da rivolgere a Stefan Schena oppure vorrebbe commentare un intervento? Il Presidente della Direzione di ÖKK le risponderà volentieri esprimendo un parere. È semplicissimo: registri la sua domanda. Questa sarà pubblicata in tempi brevissimi. Stefan Schena le risponderà quanto prima.

 

Clicchi qui: Inserisca la sua domanda

 

Ne abbiamo già discusso:

Reto Albisser

Reto Albisser Recentemente mi ha fatto visita un collaboratore di ÖKK alquanto insistente. In primo luogo mi ha quasi costretto al telefono a fissare un appuntamento; poi, durante la consulenza, mi ha sollecitato a sottoscrivere un'offerta per un'assicurazione con la quale avrei – stando alle sue parole – risparmiato migliaia di franchi. Trovo questo modo di procedere alquanto sfrontato.
Stefan Schena Casi del genere riguardanti consulenti assicurativi poco seri sono un problema ricorrente. Si spacciano, in modo piuttosto impertinente, per collaboratori ÖKK e sfruttano l'attuale discussione sui premi tra i Cantoni per molestare gli assicurati con pretesti fasulli e per vendere loro un'assicurazione. Ciò non è leale, pertanto la invitiamo a tutelarsi:
  • pretenda che l'intermediario si qualifichi. Un biglietto da visita non basta – il documento esibito deve riportare il nome della ditta per la quale l'intermediario lavora;
  • durante il colloquio richieda sempre i documenti originali o le copie dei documenti esibiti dal consulente;
  • presti attenzione a che l'intermediario compili un verbale ufficiale;
  • non firmi mai nulla prima di aver letto tutte le clausole stampate in caratteri più piccoli. Durante i colloqui di consulenza o le presentazioni di un'offerta non bisogna mai firmare niente;
  • inoltre: mai sottoscrivere una disdetta prima di aver ricevuto la conferma d'ammissione scritta da parte del nuovo assicuratore.

G. Müller

G. Müller Sono assicurato da Carena, che una volta apparteneva a ÖKK. Ora viene venduta. Posso assicurarmi da ÖKK, siete ancora indipendenti, o no?!
Stefan Schena Ha ragione, alcuni anni fa Carena rappresentava ÖKK nella Svizzera orientale. Ora però restiamo l'unica ÖKK presente sul territorio (e tra l'altro vantiamo anche una stabile situazione finanziaria). Naturalmente ha tutto il diritto di assicurarsi da ÖKK. Sul territorio nazionale siamo rappresentati da 40 agenzie e, inoltre, non aumenteremo i premi nel corso dell'anno.

Stephan Dütsch

Stephan Dütsch Mi irrita dover pagare per prestazioni di cui non beneficerò mai, vale a dire per l’intero pacchetto ÖKK PREMIUM. Le uniche prestazioni di ÖKK PREMIUM che mi interessano sono quelle riassunte nella definizione «Cure mediche e terapeutiche in Svizzera e all’estero» che non sono garantite da nessun altro pacchetto. Per questo mi ritrovo a dover finanziare altre prestazioni che non incontrano assolutamente il mio interesse, come la medicina alternativa, il tempo libero, le lenti per occhiali e così via. Non c’è nessuna possibilità di scorporare le prestazioni che per me non hanno senso e lasciare solo quelle di cui vorrei beneficiare?
Stefan Schena Gentile signor Dütsch,

 

l’assicurazione malattie è un’assicurazione sociale. È pertanto un sistema assicurativo presso cui i rischi assicurati – vale a dire malattia, necessità di cure o anche inabilità al lavoro – vengono finanziati da tutti gli altri assicurati. Le assicurazioni complementari funzionano come l’assicurazione di base. Ci sono prodotti selezionati, accorpati in pacchetti, che possono essere stipulati appunto solo in questa forma. Possiamo così soddisfare tutte le diverse esigenze dei clienti. Una gestione delle coperture che andasse a coprire solo prestazioni singole si rivelerebbe troppo dispendiosa e avrebbe un effetto negativo sui costi amministrativi.

 

Poiché lei non è soddisfatto della sua attuale copertura, saremo ben lieti di poterla consigliare di persona per trovare un pacchetto assicurativo a lei più congeniale – e anche più conveniente. Non esiti a contattarci.

 

Cordiali saluti
Stefan Schena

Claudio Fischer

Claudio FischerSympany e ÖKK sono la stessa assicurazione?
Stefan SchenaNo, sono due assicurazioni ben distinte. Sympany è il nuovo nome della ex ÖKK di Basilea. Fino a sei anni fa ÖKK era un gruppo attivo su tutto il territorio nazionale. Tale gruppo comprendeva tra l'altro ÖKK Basilea, ÖKK Lucerna e ÖKK Grigioni. Nel 2003, ÖKK Lucerna si è staccata dal gruppo per fondare con il nome di Xundheit un'altra società. Nel 2008, ÖKK Basilea ha fatto lo stesso dandosi il nome di Sympany. Quest'anno Sympany ha rilevato l'assicurazione malattie Xundheit. L'ex ÖKK Grigioni è denominata oggi semplicemente ÖKK: è attiva a livello nazionale ed è l'unica ÖKK sul mercato. Pertanto, le due assicurazioni Sympany ed ÖKK sono due società assolutamente indipendenti.

Nadja Isler

Nadja Isler Si dice che i premi di ÖKK sono destinati ad aumentare in media dell’11,9%. Nel mio caso salgono di più. Come mai?
Stefan Schena A seconda di Cantone, regione di premio, ammontare della franchigia e modello assicurativo, le differenze sugli aumenti dei premi possono risultare notevoli. L’11,9% è un valore medio. Nel Cantone dei Grigioni l’aumento più comune è del 14%. Può anche essere però che un assicurato con una franchigia di oltre 2500 franchi veda aumentare il suo premio di quote anche maggiori. Infatti, la riduzione massima sulla franchigia è stata ridotta del 10% dal Consiglio federale, decisione che da sola comporta già automaticamente un aumento del 10%. Tuttavia, i premi delle assicurazioni complementari non subiscono praticamente aumenti, e l’85% degli assicurati dispone di una complementare. Ciò rende ancora più difficile accertare l’aumento medio del premio dell’assicurazione di base sul totale della propria polizza.

Franziska Jörg

Franziska Jörg Vi sono Cantoni in cui per anni gli assicurati hanno pagato premi troppo elevati. Ci sono però anche assicurati che dovrebbero pagare di più. Recentemente ho appreso dai media la notizia che ora sarà messa in atto questa rettifica dei premi. Quanto denaro sarà rimborsato? E in che modo gli assicurati possono ottenere i propri soldi?
Stefan Schena Complessivamente sarà stanziato un importo compensativo di CHF 800 milioni: un terzo sarà garantito dalla ridistribuzione tra assicurati, un terzo dalla Confederazione con il denaro dei contribuenti e l’ultimo terzo dalle riserve degli assicuratori malattie. L’Ufficio federale della sanità pubblica è responsabile dell’approvazione annuale dei premi e del calcolo della relativa rettifica. Al momento della decisione, alle parti in causa era chiaro sin dal principio che una simile scelta politica avrebbe sicuramente scontentato qualcuno. Riavvolgere completamente il nastro e calcolare esattamente per ogni persona la quota corretta è praticamente impossibile.

 

In qualità di assicurazione malattie, ÖKK è esclusivamente responsabile dell’applicazione della direttiva. Gli assicurati non devono far nulla. A seconda del suo Cantone di domicilio, al primo gennaio 2015 riceverà un accredito per i premi oppure dovrà pagare un importo supplementare. Qualora dovesse ottenere un rimborso, provvederemo a informarla in merito all’importo dello stesso. Nel caso in cui le fosse chiesto di versare un importo supplementare, le addebiteremo ogni volta un importo fisso sulla sua fattura mensile.

 

L’Ufficio federale della sanità pubblica ha pubblicato una nota informativa sulla rettifica dei premi. Gli assicurati di ÖKK riceveranno la pubblicazione assieme alla loro polizza. Trova ulteriori informazioni su Ufficio federale della sanità pubblica.           

Daniela Pellegrini Burkhalter

Daniela Pellegrini Burkhalter Frequento un corso di acqua-fit per problemi alla schiena. Non mi viene rimborsato niente, mentre se faccio fisioterapia la cassa malati deve rimborsare più di 200 fr. richiesti per il corso.
Stefan Schena La legge federale sull'assicurazione malattie (LAMal) regola l'assicurazione di base e definisce quali prestazioni gli assicuratori sono tenuti ad assumersi e quali no. I corsi di Aqua Fit non rientrano nel catalogo delle prestazioni ai sensi della legge. Siamo tenuti ad attenerci a questa legge e non abbiamo nessun margine di manovra. Pertanto, non possiamo corrispondere alcun genere di prestazione dall'assicurazione di base.

Tuttavia, per casi simili, esistono le assicurazioni complementari volontarie. ÖKK garantisce un rimborso per i corsi di Aqua Fit tramite le assicurazioni complementari «Complementare generale», «Complementare privata» e «Family».

Karin Janett

Karin JanettHo letto che ÖKK aumenterà i premi per il 2010 del 10%. È esatto?
Stefan SchenaL'aumento del 10 percento si riferisce a una stima che interessa l'intera branca e non ÖKK. Il quotidiano Südostschweiz ci ha citato erroneamente: saremo, infatti, in grado di comunicare l’ammontare dei nostri premi solo dopo la relativa approvazione da parte dell'UFSP. La informeremo in merito in autunno.

Markus Krättli

Markus KrättliÖKK è davvero semplice e geniale. Come mai allora impiegate agenti call center invadenti?
Stefan SchenaIl contatto tramite call center ci permette di fornire una consulenza personalizzata al cliente, senza che questi debba venire in una delle nostre agenzie. I nostri call center soddisfano gli standard di qualità.

Silvio Müller

Silvio MüllerPerché ÖKK nelle assicurazioni complementari non ha sconti per i non fumatori?
Stefan SchenaNell'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie non possiamo per legge praticare riduzioni. Il sistema svizzero delle cure mediche si ispira fortemente al principio della solidarietà. Nelle assicurazioni complementari comunque starebbe a noi praticare tali riduzioni. Ma se stilassimo liste di tutti i potenziali gruppi di rischio e dei relativi comportamenti dannosi per la salute, sarebbe davvero troppo. Noi assicuratori contro le malattie dovremmo controllare queste liste e poi pronunciare le relative riduzioni. Ne deriverebbe un dispendio che farebbe andare alle stelle le spese di gestione e l'applicazione sarebbe molto difficile.

Anna Dietrich

Anna DietrichLe persone con IMC superiore a 30 (o i fumatori) vengono rifiutate categoricamente?
Stefan SchenaLe persone con IMC superiore a 30 (o i fumatori) sono maggiormente a rischio di malattie. Bisogna chiarire se sono in gioco altri fattori di rischio, come ad esempio l'ipertensione. La combinazione di diversi fattori di rischio può portare a un rifiuto.

Roger Hersche

Roger Hersche M’interesserebbe sapere se un assicuratore può rifiutarsi di assicurare una persona affetta da sclerosi multipla, qualora questa decida di cambiare compagnia.
Stefan Schena Per quanto riguarda l’assicurazione di base delle cure medico-sanitarie ai sensi della LAMal (Legge federale sull’assicurazione malattie), la legge dispone che nessuno può essere rifiutato. Per gli adulti, non vi è alcuna differenziazione di premio e non si può far valere alcuna riserva.

 

Le assicurazioni complementari secondo la LCA (Legge federale sul contratto di assicurazione) sono invece regolate diversamente: in quest’ambito, riserve e rifiuti sono permessi. Non esiste pertanto alcun obbligo di ammissione. Sarà dunque molto improbabile che una persona affetta da sclerosi multipla possa stipulare un’assicurazione complementare o aumentare il valore della propria copertura. Se la persona in questione è già titolare di una copertura complementare presso la sua attuale compagnia assicurativa, consigliamo di non procedere a disdetta.

 

Nel caso abbia ulteriori domande, non esiti a contattarci: i nostri consulenti l’aiuteranno volentieri.

Consulenza e contatto

La consigliamo volentieri in caso di domande sui nostri servizi e sulle nostre assicurazioni.

Il nostro sito web utilizza cookie per facilitare la ricerca di contenuti agli utenti. Continuando a navigare sul nostro sito, accetta automaticamente l’impiego di cookie.

Ulteriori informazioni